Formazione civica

Dal 10 marzo 2012 gli stranieri di età superiore ai 16 anni che entrano in Italia per la prima volta e richiedono un permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno, devono sottoscrivere l'Accordo di integrazione presso le Prefetture o le Questure (D.P.R. 14 settembre 2011 n, 179).

Con l'Accordo di integrazione si è voluta perseguire la strada del patto con il cittadino non appartenente all'Unione Europea regolarmente soggiornante, fondato su reciproci impegni.

Da parte dello Stato, quello di assicurare il godimento dei diritti fondamentali e di fornire gli strumenti che consentano di acquisire la lingua, la cultura ed i principi della Costituzione italiana; da parte del cittadino straniero, l'impegno ad acquisire un livello adeguato di conoscenza della lingua italiana parlata (equivalente almeno al livello A2 di cui al quadro comune europeo di riferimento), una sufficiente conoscenza dei principi fondamentali della Costituzione della Repubblica, della cultura civica e della vita civile in Italia.

Per considerare adempiuto l’accordo, all’atto della verifica, lo straniero dovrà conseguire almeno trenta crediti che ricomprendano obbligatoriamente i suddetti livelli minimi di conoscenza della lingua italiana e della vita civile e sociale in Italia.

Al fine di favorire questo percorso di formazione, allo straniero viene fornita la possibilità di frequentare, entro 90 giorni dalla data della sottoscrizione, un corso gratuito di formazione civica della durata complessiva di 10 ore presso i Centri di Istruzione per gli Adulti (CPIA).

In Provincia di Sondrio i corsi di formazione civica si tengono ogni tre mesi c/o la Sede Associata di Sondrio in Via Diego Gianoli, 15.

VAI AL CALENDARIO DELLE SESSIONI DELL'ANNO 2019

PER SAPERNE DI PIU' VAI AL SITO DEL MINISTERO DELL'INTERNO